[Old Forum] [Risorse] Raccolta di materiale sul Mondo Macabro

Il primo made in Italy esportato del Gioco di Ruolo!
Bratt
Messaggi: 59
Iscritto il: 20/09/2016, 15:36

[Old Forum] [Risorse] Raccolta di materiale sul Mondo Macabro

Messaggioda Bratt » 30/12/2016, 13:32

Valg

Salve a tutti!
Era da un po’ di tempo che volevo aprire questo post. Vorrei che questo diventasse uno spazio per condividere le nostre creazioni per la meravigliosa ambientazione di Ultima Forsan. Che siano nuovi personaggi, marchingegni diabolici o idee per avventure, mi piacerebbe raccoglierle qui a disposizione di chi stia cercando un nuovo spunto o idea per le sue partite.
Inauguro subito la sezione con il piccolo Feudo nella quale sto ambientando le mie sessioni in questo momento!
————————————————————————————-
Cittadella
Luoghi di Interesse
1. Casa del Capitano – Torrione Porta Bassano
Sede della Guardia cittadina – I Legionari
2. Palazzo Valier
Sede del Podestà e dell’Amministrazione
3. Podesteria di Fuori
Sede dei mercanti e dei viaggiatori forestieri.
4. Podesteria di Dentro
Mercato cittadino coperto
5. Duomo
6. Torrione Porta Treviso
7. Torrione Porta Vicenza
8. Campo della Marta
Sede del mercato agricolo settimanale
9. Chiesa di S.M. del Torresino
10. Torre di Malta
Sede della Confraternita della Morte cittadina, funge anche da sanatorio
11. Palazzo Dusio
Mappa di Cittadella
Personaggi Importanti
Durante Mezzo: Capitano della guardia cittadina, I Legionari. Duarte è un veterano della guerra Macabra ed è stato chiamato a Cittadella dal Podestà per riformare e guidare i Legionari.
Jacopo Sanseverino: Tollerante Podestà di Cittadella; ha un fratello, Massimo, che dopo aver contratto il Flagello è diventato Corrotto e adesso medita vendetta contro il Feudo.
Padre Anselmo Colletti: Prevosto della Cattedrale. Ligio ai dettami della Chiesa di Avignone, non vede di buon occhio la tolleranza del Podestà verso Corrotti e Fattucchieri.
Padre Silverio: Parroco della Chiesa di S. M. del Torresino, è un personaggio ombroso e riservato e il suo gregge va assottigliandosi di settimana in settimana.
Fratello Dagoberto: Quest’uomo, alto e allampanato, è il bonario Capitano della Confraternita della Morte. Sempre gentile e disponibile con tutti, non ha purtroppo il polso per gestire al meglio il sanatorio. I suo Confratelli a volte ne approfittano e spesso i servizi del sanatorio non sono all’altezza delle aspettative.
Massimo Sanseverino: Fratello del Podestà; alcuni anni fa contrasse il Flagello, ma riuscì a sopravvivere, diventando però un Corrotto. La sua già debole mente venne spezzata da questa esperienza e cominciò a rifuggire il contatto con il mondo. Divenne paranoico e cominciò a vedere nemici in ogni luogo. Il fratello cercò di rassicurarlo ma anche lui ben presto divenne una persona sgradita. Massimo non sopporta quella che per lui è la finta pietà e il buonismo dei suoi compaesani. Una notte scomparve senza lasciare traccia. Il Podestà lo fece cercare per alcuni giorni ma invano. Massimo in realtà non è sparito; adesso abita le gallerie che si trovano sotto le mura del Feudo, meditando vendetta contro i suoi concittadini.
Arturo: Vagabondo e straccione del Feudo. Di solito abita il porticato di Palazzo Dusio. Ha problemi a restare concentrato su qualcosa e soffre spesso di incubi e allucinazioni.
Fratello Adamo: Confrate della Morte, celibe e senza famiglia. Abita vicino a Porta Treviso. E’ un disegnatore molto dotato e si interessa di architettura e fortificazioni.
Mastro Giovanni: Fabbro e maniscalco, ha un negozio nella Podesteria di Dentro. Abita insieme alla figlia Bianca poco lontano. Faceva parte della squadra che sotto la guida di Massimo si occupava della manutenzione delle mura.
Bianca: Unica figlia di Mastro Giovanni, che la protegge ferocemente da corteggiatori veri o presunti
Fratello Maurizio: Piccolo e grasso Confrate della Morte. Abbastanza logorroico e imbranato è molto amico di Fratello Adamo.
Anita Cardoso: Giovane inventrice di origine iberica. Si è stabilita a Cittadella dopo essere stata malamente scacciata dai Laboratori Cardanici di Pavia, per un misfatto che non ha commesso. Troppo orgogliosa per tornare a casa, ha deciso di creare il suo laboratorio personale e tentare di far fortuna con le sue invenzioni.
Gregorio: Artista di strada e saltimbanco in odore di Fattucchieria. Durante uno scontro con alcuni banditi è rimasto gravemente ferito e ha perso l’uso del piede destro. Ha deciso che la vita del girovago non faceva più per lui e si è stabilito a Cittadella, dove ogni tanto presta servizio come aiutante al sanatorio.
Spunti e dicerie
Il Mistero dei Dusio
La famiglia Dusio era molto importante e rispettata un tempo; tutti i Podestà e i Capitani dei Legionario facevano parte di questa famiglia ed erano amati e rispettati. Negli anni bui subito dopo la comparsa del Flagello, con il Feudo quasi disabitato, qualcosa deve aver colpito duramente la famiglia, spazzandola via. Ci saranno ancora discendenti della famiglia in città? Cosa si nasconde all’interno di Palazzo Dusio, ormai abbandonato da anni? Chi è in realtà Arturo?
La riconquista di Castelfranco
A circa due ore di cammino, uscendo da porta Treviso, si trova la piazzaforte di Castelfranco. Questo piccolo fortilizio era l’ultimo baluardo contro l’avanzata delle schiere di Morti provenienti da Venezia. La Selva ha però preso lentamente il sopravvento e da alcuni mesi i collegamenti sono diventati sempre più sporadici fino ad interrompersi del tutto. Nessuno sa cosa sia successo alla piccola guarnigione che presidiava il castello e il Podestà di Cittadella non ha abbastanza uomini per organizzare una missione di soccorso.
La vendetta di Massimo
Il fratello del Podestà, dopo essere diventato Corrotto, rifugge il contatto con il resto degli abitanti. Tutti pensano che sia morto o scappato chissà dove; in realtà si nasconde nel fitto sistema di tunnel sotterranei che corrono sotto le mura della città. Nel tempo ha trovato alcuni resti del precedente insediamento romano e adesso trama vendetta contro i suoi vecchi compaesani, pronto a scatenare legioni di Carcasse su Cittadella.
A breve anche una descrizione dettagliata dei Legionari, prode guardia di Cittadella e delle Catacombe in cui dimora Massimo!
Mi farebbe piacere sentire commenti, critiche e quant’altro e anche sapere se e come utilizzerete questo materiale.
Buona Caccia a tutti!


--------------------------------------------

Neddo

sai che mi stai togliendo la voglia di cominciare l’anno nuovo con Deadlands?

-------------------------------------------

Giuseppe

Ottimo lavoro, Valg!
La storia di Arturo è molto intrigante!

------------------------------------

Mauro

Ciao Valg,
Quando abbiamo cominciato a lavorare al progetto Ultima Forsan QUESTO era quello che avevamo in mente, che sognavamo si realizzasse: Giocatori/Game Master che prendessero in mano il manuale e ne usassero gli spunti e la “cassetta degli attrezzi” per ricostruire la propria Italia Macabra, ambientando le proprie avventure in Feudi più o meno grandi e immaginando le proprie trame in un contesto anche geografico a loro vicino.
So che è una cosa che è determinante in molti giochi, ma con Ultima Forsan diventa quasi necessaria: una Italia Macabra di piccoli Feudi in cui giocare, re-immaginata dai giocatori stessi in loco.
Grazie quindi sinceramente per aver voluto entrare in UF, aver creato il tuo Feudo e averlo condiviso con noi.
Tienici aggiornati sulla tua stupefacente campagna.

--------------------------------------------

Valg

Grazie a tutti per i commenti!
Credo molto nelle potenzialità di questa ambientazione e Savage Worlds è il sistema perfetto per renderla “viva”.
Un’altra idea che covo già da tempo era quella di organizzare, con l’impareggiabile supporto della GG Studio, un contest per “Avventure da una Pagina” di UF, sullo stile di quello già fatto per Deadlands. Mi sembra un bel modo per cercare di coinvolgere nel processo creativo quanti più giocatori/narratori possibili, magari mettendo anche a disposizione un form compilabile o comunque modificabile, con la grafica evocativa del manuale per poter realizzare le nostre avventure.
Un plauso particolare va poi a tutto il team di GG Studio per l’attenzione e la considerazione ai contributi e proproste della comunità di gioco; cosa che ho trovato raramente da parte di altri distributori/produttori di gdr.
Quindi ottimo lavoro e continuate cosi!
Tornando in topic, domani concluderò probabilmente la prima avventura ambientata a Cittadella. Oltre a postare il seguito del resoconto della prima parte, proverò a buttare giù tutto in maniera organizzata e a metterlo a vostra disposizione in questo spazio!

------------------------------------

Mauro

L’idea del concorso è approvata seduta stante!
Penso che potremo partire dopo Modena Play, quando sarà uscito anche il supplemento sull’Italia Macabra. In quello ci potrebbero essere molti strumenti utili e dritte su come agganciarsi al setting ufficiale.
Grazie mille per l’idea e aspettiamo il report della sessione!

------------------------------------

Valg

Penso che potremo partire dopo Modena Play, quando sarà uscito anche il supplemento sull’Italia Macabra. In quello ci potrebbero essere molti strumenti utili e dritte su come agganciarsi al setting ufficiale.
Qundi lo possiamo prendere come un mini-spoiler sulla data di uscita del nuovo manuale???:)
Tornando a noi, ecco qui la seconda parte dell’avventura ambientata a Cittadella:
Gli Eroi, dopo aver ripulito le catacombe, continuano l’esplorazione dei tunnel sotterranei. Al gruppo si è inoltre unita una giovane Inventrice iberica in cerca di fortuna. Dopo aver superato i resti una’antica cisterna romana e avuto la meglio sugli Annegati che la popolavano, gli Eroi trovano un passaggio verso la superficie. Sbucando dietro l’altare di una piccola chiesetta, ma hanno appena il tempo di rendersi conto del luogo in cui si trovano, che vengono attaccati dal parroco, trasformatosi in un tremendo Ossesso. Dopo aver eliminato il Morto, ridiscendono nelle catacombe decisi a risolvere questa infestazione una volta per tutte. Dopo un’altra mezzora di cammino finalmente arrivano nella sala in cui si nasconde Massimo. Il perfido Marrano alla vista degli Eroi, si lancia all’assalto, aiutato dai Fratelli Bailoni, ex Beccamorti del Feudo, adesso Furie al suo servizio. Uno dei due Morti, riesce a raggiungere una gabbia sul fondo della caverna sotterranea e a liberare le Larve da compagnia di Massimo. Gli Eroi, con una serie di colpi fortunati e di strategie riuscitissime, riescono a rimanere in combattimento solo con Massimo. Questo viene ignominiosamente immobilizzato e accecato, prima di essere stordito dai possenti pugni del Monaco della Misericordia. Una volta messo fuori gioco il Marrano, lo legano e lo portano al cospetto del Podestà. Con Massimo consegnato alla giustizia e la città mondata dal Flagello che serpeggiava tra le sue mura, gli Eroi si concedono una serata di meritato riposo. Il risveglio è funestato da una terribile notizia. Massimo è scappato ed ha barbaramente ucciso il Podestà, suo fratello, appendendo il corpo straziato alla porta di Bassano, come monito per i suoi concittadini. Dove sarà adesso Massimo? Quale altra terribile vendetta avrà in serbo per gli abitanti di Cittadella?
Inoltre sto realizzando una versione editabile della scheda di UF e volevo chiedere (se non violo nessuna legge o diritto d’autore) come renderla disponibile a tutti. Magari anche pubblicandola sulla pagina FB che mi pare molto più attiva del forum!
Ovviamente commenti e critiche sono sempre i benvenuti

-----------------------------------------

Mauro

Sì, il prossimo manuale dovrebbe uscire proprio a Modena – Play

---------------------------------

Valg

Mini regalo di Natale! La sched a colori editabile di UF fatta da me; spero a breve di postare anche quella in b/n.
https://www.dropbox.com/s/fyrgdr1sgcqxk ... e.pdf?dl=0

------------------------------------------------

Mauro

Stupendo!

--------------------------------------------------

Valg

Ancora su Cittadella e sui suoi abitanti…
I Legionari
La nascita dei Legionari, guardia cittadina del Feudo di Cittadella, si deve andare a cercare nel glorioso passato militare dell’Impero romano. La guardia fu fondata dal alcuni ex soldati della Legio XV Apollinaris, che si trovava di stanza ad Aquileia. Una centuria di questa legione, formata da abitanti del contado e della città, decise di istituire questa guardia cittadina permanente, sotto la guida del capostipite della Famiglia Dusio, Lucio Camillo Durio. Sotto la guida della sua famiglia, Cittadella fiorì e divenne un centro molto importante. I Legionari, nel tempo divennero un corpo scelto di fanteria ed esploratori, che impiegavano ancora le tattiche tipiche della legione romana, adattandole di volta in volta all’evoluzioni nel campo dell’arte militare. Allo scoppiare del Flagello in Italia, i Legionari furono impegnati spesso nelle schermaglie contro le orde di Morti e i Dusio ebbero un ruolo di primo piano nelle operazioni strategiche per la difesa della regione. Nei giorni dell’Ira le Orde di Morti vagavano molto più numerose e feroci di quanto avviene adesso. Durante l’assalto di un’Orda particolarmente numerosa i Legionari resistettero stoicamente per un giorno e una notte. Riuscirono a ricacciare l’orrido ammasso di cadaveri ambulanti in una forra e li si diedero fuoco con il fuoco greco, portando con loro anche l’Orda di Morti. La storia e la tradizione dei Legionari si conclusero in tragedia. Erano riusciti a respingere la minaccia incombente ma erano stati annientati. Tra le fiamme morirono anche tutti i discendenti maschi della Famiglia Dusio, schierati in prima fila insieme ai Legionari. Le sorti di Cittadella seguirono quelle delle sue guardie. Nessuno sa cosa successe dopo questi fatti, i Legionari comunque non esistevano più. Recentemente, con il rifiorire della comunità, il nuovo Podestà Jacopo Sanseverino decise di ridare lustro alla tradizione delle guardie cittadine e incaricò Duarte Mezzo di rifondare i Legionari. Questo indurito veterano della Guerra Macabra ha preso il suo compito molto seriamente e da allora si industria per reclutare e addestrare giovani promettenti provenienti dalla città e dal contado circostante.
Duarte Mezzo (Protagonista)
Razza: Mondo
Attributi: Agilità d8, Forza d10, Intelligenza d8, Spirito d10, Vigore d8
Abilità: Cavalcare d6, Combattere d10, Conoscenze (Cittadella) d6, Conoscenze (Battaglia) d8, Percezione d8, Persuasione d6, Sopravvivenza d8, Sparare d6
Carisma: -; Parata 8 ; Passo 15; Robustezza: 8 (2) – 10 conto attacchi a distanza
Svantaggi: Codice d’Onore, Giuramento (minore: Podestà di Cittadella)
Vantaggi: Colpo Poderoso, Comando, Coraggioso
Equipaggiamento: Cotta di Maglia (Armatura +2 sul tronco), Gladio (equivale ad una Spada Corta) (For+d6), Scudo Medio (Parata +1, +2 Armatura contro attacchi a distanza).
Legionario
Razza: Mondo
Attributi: Agilità d4, Forza d6, Intelligenza d4, Spirito d6, Vigore d6
Abilità: Combattere d6, Conoscenze (Cittadella) d4, Lanciare d6, Percezione d6, Sopravvivenza d4
Carisma: -; Parata 6; Passo 15; Robustezza: 6 (1)
Svantaggi: Giuramento (Mag: Podestà di Cittadella)
Equipaggiamento: Armatura di cuoio (Armatura +1 sul tronco), Lancia (For+d6, 2 mani, Parata +1, Portata 2,5 oppure Gittata: 7.5/15/30, Danni For+d6), Pugnale (For+d4).
————————————————————————————-
Massimo Sanseverino (Protagonista)
Consumato dal risentimento e dal desiderio di vendetta, Massimo si nasconde nelle gallerie che corrono sotto il Feudo di Cittadella, aspettando solo l’occasione giusta per vendicarsi di suo fratello e dei suoi concittadini…
Razza: Corrotto
Attributi: Agilità d8, Forza d6, Intelligenza d8, Spirito d10, Vigore d6
Abilità: Combattere d8, Conoscenze (Cittadella) d6, Intimidire d10, Percezione d8, Lanciare d4, Sparare d4
Carisma: -; Parata 6; Passo 15; Robustezza: 6(1)
Svantaggi: Fissazione, Sanguinario
Vantaggi: Ambidestro, Combattere con due Armi, Duro a Morire, Controllare la Progenie
Equipaggiamento: Armatura di cuoio (Armatura +1 su tronco, braccia e gambe), Spada Lunga intrisa di Atramento (For+d8), Pugnale intriso di Atramento (For+d4)

-------------------------------

Mauro

Splendido Valg.
Vorrei proporti, come già sai, di poterci “prestare” Cittadella per una pubblicazione ufficiale. Per esempio un Dispaccio o un Almanacco. Che ne

--------------------------------

Valg

Certo Mauro! Ne avevamo già discusso mi pare ma ribadisco che sono disponibile a “cedervi” la mia creatura…L’ho realizzata proprio perchè fosse letta e usata dal maggior numero possibile di giocatori, e quale miglior modo se non una pubblicazione ufficiale SW Italia?:)

----------------------------------------

Andrakar

Salve dove è disponibile questo materiale?

------------------------------------------

Mauro

Ciao Andrakar, stiamo parlando dell’Almanacco dei Mondi Selvaggi. Lo trovi in vendita qui: http://jollytroll.biz/savage-worlds-ita ... 55183.html

Torna a “Ultima Forsan”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite