UN MOSTRO PER I DOMINI!

Lo Sword&Sorcery per veri barbari
Umberto
Messaggi: 13
Iscritto il: 23/09/2016, 16:13
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1266: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: UN MOSTRO PER I DOMINI!

Messaggioda Umberto » 02/10/2016, 11:43

GERMOGLIO DELL'ALBERO URLANTE
Negli intrichi della Giungla Nera è possibile imbattersi, di tanto in tanto, in esemplari di Albero Urlante, dei grossi intrichi di rami e radici la cui forma ricorda una figura umana con la bocca spalancata in un grido di dolore. I frutti di queste piante sono rotondi e succosi, e dal loro nettare arancione si ricava un liquore più inebriante, a detta dei suoi estimatori, di qualsiasi miscela di Loto; ma un orribile destino colpisce quanti ingurgitano i piccoli semi neri dell'Albero Urlante.
Questi semi, infatti, trovano un ambiente florido all'interno di un corpo vivente, e iniziano ben presto a svilupparsi con veri e propri germogli che infettano prima lo stomaco e poi il cervello della vittima, spingendola a nutrirsi sempre di più per alimentare il vegetale che cresce dentro di lui. Ben presto l'ospite inizia a trascurare ogni altra attività che non sia il nutrimento della pianta nel suo corpo, ma allora è già troppo tardi per rimuovere il parassita senza uccidere lo sfortunato umano. Nel giro di qualche giorno, il germoglio dell'Albero Urlante prenderà il sopravvento sull'ospite, trasformandolo in una grottesca sacca di carne rigonfia di liane e viticci che spuntano fuori da ogni suo sfintere e orifizio, in piedi su passi malfermi alla ricerca di ulteriore nutrimento.
Se non viene eliminato prima, il germoglio dell'Albero Urlante giunge a maturazione in un tempo sconcertantemente rapido e, trovato un terreno adatto, trasforma i suoi viticci in un legno che ricopre ormai tutto il cadavere dell'ospite e mette radici; ben presto l'Albero Urlante inizia a fruttare, e il circolo è destinato a ripetersi...

AGGANCI DI AVVENTURA
A Jalizar si sta diffondendo, fra i notabili come fra i derelitti, la moda di consumare una nuova sostanza stupefacente dagli effetti paradisiaci: il liquore di Albero Urlante. Mentre i nobili sembrano disposti a compiere ogni follia per una dose della droga, nei bassifondi si diffondono voci di strane creature umanoidi coperte di tentacoli vegetali... e se qualcuno stesse creando la sua piantagione personale di Albero Urlante?

La proverbiale fame del duca ha raggiunto ormai dimensioni pantagrueliche, e troppo tardi i suoi guaritori si sono accorti del parassita vegetale che cresce dentro di lui. Chi è stato a condannare il nobile con un seme di Albero Urlante? Se è vero che l'estratto di radice dell'Albero Urlante può invertire il processo, forse si è ancora in tempo per salvare il duca.

Umberto
Messaggi: 13
Iscritto il: 23/09/2016, 16:13
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1266: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: UN MOSTRO PER I DOMINI!

Messaggioda Umberto » 03/10/2016, 4:42

Orrore Karmico
Così come l'Illuminazione porta alla purificazione dell'anima, così l'Oscurità conduce alla corruzione, non solo spirituale. Alcuni monaci dell'Oscurità sono giunti a un livello tale da non reincarnarsi più in un essere umano, né in un animale o un vegetale. La loro corruzione è tale da portarli a divenire un demone, una chimera che cade per anni in una stato letargico, prima di risvegliarsi e andare in cerca di anime di monaci da divorare. Per questo motivo l'Orrore Karmico si adatta alle montagne di Lhoban. Grosso quanto un toro, ha il muso di pantera con zampe di cinghiale, le zampe anteriori lunghe e feline, mentre quelle posteriori sono corte e munite di zoccoli. Il suo dorso è ricoperto di spine e il suo ventre è spesso e irsuto. Caccia prevalentemente di notte, attaccando viandanti solitari per poterli sopraffare facilmente. Pur essendo difficile che attacchi grossi gruppi, la sua stazza e la sua ferocia lo rendono un predatore letale. La particolarità più inquietante del suo metodo di caccia è la sua totale assenza di ogni senso: l'Orrrore Karmico ne fa a meno. Per i monaci di Lhoban tale potere deriva proprio dalla sua natura reincarnata: ciò che conosce e percepisce lo ricorda dalle vite passate che ha vissuto e da quelle che ingerisce. Questo spiegherebbe la sua natura sedentaria, ma lascerebbe aperta una terribile possibilità: nutrendosi di un pellegrino, l'Orrore Karmico potrebbe ripercorrere tutta la strada fatta dalla sua preda, e penetrare in aree più popolate, ove compiere stragi e appagare la sua fame di anime. I monaci credono che quando divori un numero di anime pari a 108 volte le vite che ha vissuto, la sua anima venga del tutto distrutta, privando il monaco corrotto della possibilità di reincarnarsi e di giungere all'Illuminazione.

Spunti di avventura:
- Collezionali tutti! Un famoso cacciatore tricarniano è in cerca delle teste di tutte le bestie rare dei Domini del Terrore: uno dei musi mancanti per la sua pregevole collezione è quello dell'Orrore Karmico. Offre una lauta ricompensa ad un gruppo di mercenari capace di aiutarlo nella ricerca e nell'uccisione della bestia.
- Fede perduta. Un monaco di Lhoban è tormentato dal suo passato: un suo giovane allievo, della cui morte si ritiene responsabile, aveva smarrito e la strada dell'Illuminazione compiendo terribili peccati, e il maestro ritiene che si sia reincarnato come Orrore Karmico e necessita di aiuto per trovarlo.

Umberto
Messaggi: 13
Iscritto il: 23/09/2016, 16:13
[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1266: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Re: UN MOSTRO PER I DOMINI!

Messaggioda Umberto » 03/10/2016, 4:42

Agomorfo Camuffato
Quando Tirain, il Dio delle Porte e delle Gabbie, venne dimenticato dai Tricarniani, si dice che scagliò una maledizione su coloro che avevano smesso di venerarlo: fece uscire dai suoi labirinti tutti i suoi custodi, che iniziarono a trattare Tricarnia come il loro personale labirinto. Questi custodi sono bipedi, dalla testa di serpente e ricoperte di spine traslucenti: queste riflettono la luce, mimetizzando l'Agomorfo con l'ambiente circostante. La loro altezza, superiore a quella di un uomo (la letale coda da scorpione esclusa), consente agli Agomorfi di slanciarsi di colpo sulle loro prede, avvilupparsi a loro, immobilizzarli e finirli con gli artigli avvelenati nel tempo di un battito del cuore delle loro vittime. Preferiscono seguire le loro vittime a lungo, e poi colpire di sorpresa, ma non sempre uccidono sul colpo: alcuni sono in realtà la trasformazione di druidi calediani, che utilizzano tale forma per avvicinarsi furtivamente ai loro bersagli, catturarli e poi utilizzarli per i loro oscuri riti. Anche i cercatori di uomini tricarniani, una volta che una persona è catturata da un Agomorfo, sia esso vero oppure la trasformazione di un druido, non sono in grado di ritrovarla: l'Agomorfo è infatti in grado di trasmettere la sua "invisibilità" alla vittima tramite il veleno, oltre che stordirla a sufficienza per compiere viaggi che durano anche più giorni, senza che la preda sia minimamente in grado di agire.

Spunti di avventura:
- Un viaggio disperato. La figlia di un principe tricarniano è scampata per un soffio a un'aggressione. Nel luogo dello scontro suo padre ha ritrovato una scaglia di Agomorfo, e perciò cerca un gruppo di persone che portino in salvo sua figlia sino a Faberterra.
- Persi nella selva. Questa volta sono i giocatori a essere vittima degli Agomorfi: il gruppo si risveglia stordito in mezzo ad una selva e devono trovare una via di fuga, sfruttando la momentanea distrazione delle loro guardie e molta fortuna!


[phpBB Debug] PHP Warning: in file [ROOT]/vendor/twig/twig/lib/Twig/Extension/Core.php on line 1266: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable

Torna a “Beasts&Barbarians”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite