[Old Forum] [Consigli] Affrontare concettualmente iltema della Morte

Enascentia è il primo mondo selvaggio tutto italiano per Savage Worlds, un High Fantasy dove tutto é permeato di magia
Bratt
Messaggi: 59
Iscritto il: 20/09/2016, 15:36

[Old Forum] [Consigli] Affrontare concettualmente iltema della Morte

Messaggioda Bratt » 30/12/2016, 12:47

vonpaulus

Ola. Sto leggendo romanzo ed ambientazione e soprattutto nella seconda vedo come siano state date pochissime informazioni sul tema della morte?
In un mondo dove non si invecchia come reagiscono i personaggi di fronte alla morte?
Cosa spinge uno Janah a sfidare davvero se stesso in qulcosa di estremente pericoloso, forse mortale, rischiando di compromettere la sua possibilità di crescita? Come può la sua sfida insegnargli ad essere migliore se la sconfitta significa la morte? Ma d’altro canto, come può una sfida in cui non vi sia rischio essere presa davvero sul serio?
E ancora, la morte è la prima e più forte nemica del tempo e come può allora un Kronoss dispensare morte ed essere fedele al suo Kami? Oppure: cosa fa un Gromsh che ha la visione della sua morte?
Quali sono le credenze che le tribù hanno del destino dopo la morte. Credono nella reincarnazione, nel ricongiungimento con i kami o nella dispersione organica?
E se i neogenrati compaiono dal nulla cosa fanno i morti? scompaiono nel nulla? oppure restano come cadaveri soggetti ai più diparati culti? (la scomparsa del cadavere in realtà mi piace molto perchè aumenta di un fattore X grande a piacere la paura l’intrigo , la paura del tradimento ed il sospetto). Ma se un neogenerato compare con i vestiti addosso, un mosrto scompare con quello che ha addosso? anche se è magico?
Cosa ne pensate?

---------------------------------------------

Edoardo Dalla Via

Ciao vonpaulus,
hai ragione: la morte è uno degli argomenti chiave per il momento rimandati a future pubblicazioni. Non temere, è in arrivo del materiale in un futuro prossimo (mi auguro).
Hai fornito degli ottimi spunti di discussione per iniziare a scalfire la superficie però, mi fa piacere approfondire alcune delle domande che poni qui.
I Janah vivono perennemente in bilico nel dualismo rischio/sfida da te esposto, hai centrato uno dei punti focali nell’interpretazione di questo tipo di personaggi. Ricordati però che la crescita personale di un Janah è funzionale alla sfida e al superamento degli ostacoli, non viceversa. Non ambiscono ad accumulare potere col minimo rischio, preferendo molteplici sfide affrontabili e limitando il rischio, viceversa assaporano ogni incontro e puntano sempre in alto, ricevendo talvolta la stessa pietà che riservano ai loro sfidanti, ma non sempre. Il rischio è una componente importante nel loro stile di vita, li sprona e conferisce gusto al loro perenne mettersi in discussione. Quindi si potrebbe dire che la morte in battaglia è la molla che rende il loro meccanismo dinamico, viceversa un’eternità d’attesa in un mondo dove non si invecchia né si muore di vecchiaia sarebbe stato l’ultimo chiodo nella bara dell’inedia.
Il Kronoss vivono studiano e “venerano” il tempo in ogni sua forma. Non uccidono alla leggera, ma il Tempo che ognuno ha a sua disposizione non è un diritto, è un onore di cui bisogna mostrarsi degni. E in questo i Kronoss sono molto arroganti, difficilmente ritengono un non Kronoss del tutto e per tutto meritevole.
Un Gromsh che ha la visione della sua morte si uccide o mette in discussione il suo Kami, un potenziale momento di gioco importante nella storia di un personaggio. Ma io ti faccio un’altra domanda: perché mai il Caso vorrebbe concedere una simile visione a un suo discepolo? Piuttosto gli concederà una visione altamente rischiosa come tuffarsi vicino a uno squalo o gettarsi in una foresta in fiamme, forse mortali ma forse utili anche ad altri scopi. O semplicemente divertenti, casuali.
Sulle altre domande non mi pronuncio, saranno presenti le risposte in futuri supplementi. Per il momento ti dico solo questo: i corpi rimangono, si decompongono e marciscono come qualsiasi essere vivente. Si può dire che il tempo agisce su di loro solo da morti. E i Kronoss non prendono sotto gamba questa considerazione, come potrai intuire…

-----------------------------------------------

vonpaulus

ahh, che belle le risposte interessanti.
Iniziamo con igromsh. Ovviamente la risposta sul perchè il caso potrebbe mandare la visione della sua morte ad un Gromsh dipende molto da quello che succede da morti. Ora sappiamo che i corpi restano e si decompongono e non vi sono quindi ragioni strategiche al “ritiro” di un Gromsh, a meno che l’anima venga richiamata al Kami per essere poi “rigenerata”.
A questo punto direi Caos manda la visione della morte di un Gromsh perchè lo ha scelto a caso come la sua quintessenza di natura richiede.
Sull’ossessione Kronoss morte/tempo non vado oltre perchè è un tema così figo che ci potresti scrivere sopra un romanzo.
ti pongo però un’ultima domanda che secondo me è molto importante per capire, come master, come imbastire i rapporti tra le tribù ele azioni che le une compiono verso le altre. Le genesi sono in qualche modo pilotate dalle morti, cioè più sono i morti di iuna tribù + sono i nati? E quindi il numero di appartenenti alle tribù è più o meno costante o puo variare grandemente??
Si può sterminare una tribù?
Grazzie Mille.

------------------------------------------

Edoardo Dalla Via

Le genesi non sono collegate in alcun modo alle morti, o almeno non così direttamente come da te ipotizzato. Non c’è una “livella” che regola equamente un numero standard di viventi fisso, quindi una nuova genesi non è da attribuirsi alla morte di qualcun altro della stessa Tribù nel mondo. Ne consegue che il numero di appartenenti a una Tribù può variare molto, come viene indicato per i Gromsh, i più soggetti a perire per la natura piuttosto “pericolosa” del proprio vivere, come anche tu stesso indicavi. Alla stessa maniera sì, è assolutamente possibile sterminare una Tribù, solo non è molto semplice: non più di quanto non fosse per gli orchi di Tolkien sterminare tutti gli umani/elfi/nani.

Torna a “Enascentia”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite