[Old Forum] [Avventura] We have explosive ( avventura iniziale per M.E.R.C.s.)

Entra nell’universo di MERCs e diventa anche tu uno dei guerrieri più temibili del Sistema!
Bratt
Messaggi: 59
Iscritto il: 20/09/2016, 15:36

[Old Forum] [Avventura] We have explosive ( avventura iniziale per M.E.R.C.s.)

Messaggioda Bratt » 30/12/2016, 12:53

Carlo

I PG vengono ingaggiati per recuperare un carico di armi rubato da un gruppo di Reietti, prima che venga consegnato ad una pericolosa cellula terrorista.
PNG: Russ Kommer ( Capitano della Fratellanza Silenziosa ), Reietti della Fratellanza Silenziosa ( 8 con il convoglio, altri 4 con i Figli di Gaia ), Figli di Gaia ( 8 in tutto ), Tenente Trent Gavin ( voce fuori campo ). Apparizione di : Predoni, Abietti, bestie desertiche di varia pericolosità ( iene delle rocce, scorpioni giganti ), truppe ELO aviotrasportate ( 7° Cavalleggeri )
Tier 1 – briefing and insertion
Il Briefing dei PG avviene in un ampia sala di un hangar di proprietà del Circuito M.E.R.C.s. nello spazioporto di Castrum, a Evanos. A dirigere il briefing è un ufficiale di nome Janik Vinter, un SOG dei reparti di Intelligence del Circuito.
” 2 giorni fa un carico di armi di produzione Dalamariana destinato al Fronte Monarchico ( principalmente artiglieria leggera e munizioni ) è stato rubato: subito dopo che il cargo che lo trasportava ha effettuato la discesa e lo scaricamento nello spazioporto di Castrum, i due container con le armi sono stati rubati. Il magazzino in cui sono state stoccate è stato scassinato e le guardie che lo sorvegliavano ( 4 soldati del Fronte Monarchico ) sono stati uccisi. Un’immagine catturata quasi casualmente da una telecamera nascosta ci ha permesso di riconoscere uno dei membri del Commando: la cattiva notizia è che si tratta di Russ Kommer, un veterano di un gruppo di Reietti conosciuto col nome di Fratellanza Silenziosa, di cui sono noti i collegamenti con le frange più nichiliste dei Figli di Gaia. La buona notizia è che, di tutti i dispositivi di segnalazione disseminati nei due container, uno è sfuggito al controllo del commando, e quindi è stato possibile rintracciare il segnale e la posizione delle armi. La nave su cui è stato imbarcato il carico è scesa su Solomon Primo, e ha scaricato i due container in una zona desertica lontana da qualsiasi tipo di insediamento. Sospettiamo che le armi verranno spostate via terra tramite una delle vecchie strade che venivano utilizzate dai trasportatori di materiali di estrazione, ma ancora stiamo calcolando i possibili itinerari: verrete informati circa la vs destinazione finale durante il volo verso Solomon Primo. Effettuerete l’inserimento nell’area di operazione tramite lancio H.A.L.O. ( High Altitude Low Opening ), ad una distanza di sicurezza dal luogo designato per l’agguato. Dal momento che dovrete impadronirvi del carico, è imperativo che i mezzi su cui viaggia non vengano danneggiati, perlomeno non oltre le vostre possibilità di effettuare una riparazione di emergenza. Dal momento che avrete a che fare con dei Rinnegati e dei terroristi, le vostre regole di ingaggio sono del tipo ER1, cioè EXTREME RESPONSE. Ci sono delle domande”?
I Pg potranno rivolgere a Vinter domande relative alla missione, poi verranno invitati aprepararsi per l’imbarco ( che avverrà in un’ora ). L’equipaggiamento comprende paracadute gravitazionali, zaini con razioni e acqua, NVG ( night vision goggles ) localizzatori satellitari, comunicatori e mimetiche desertiche. Armi e le relative munizioni sono a carico dei PG stessi.
La scena riprende nel cielo stellato di Solomon Primo, a circa 12000 metri da terra e a “2 minuti dalla luce verde”. Durante il viaggio i PG hanno ricevuto le ultime informazioni relative al luogo dell’agguato ( una zona di canyon e altipiani, attarversata da una vecchia strada sterrata che collega diverse stazioni minerarie abbandonate ). Il punto in cui atterreranno ( CHECKPOINT ALFA ) è distante circa 15 km dal luogo designato per l’imboscata, per cui avranno il tempo necessario per arrivare e preparare l’area ( il convoglio è previsto per la mattina del giorno successivo ). A supporto dell’operazione, il gruppo sarà in contatto con la base operativa degli Yellow Jackets a Sandust, da cui verranno fornite informazioni ( principalmente tramite rilevazioni satellitari ), ma solo dopo che il carico sarà stato conquistato. Infatti, dal momento del loro atterraggio fino a quello in cui si impossesseranno del convoglio, i PG dovranno mantenere il più assoluto silenzio radio ( anche se potranno tenersi in contatto tra di loro utilizzando i comunicatori settati a bassissimo raggio ).
La discesa con i paracadute gravitazionali non richiede alcun Tiro specifico, né una volta al suolo sarà necessario tirare per stabilire la direzione verso cui muoversi ( sebbene di notte in un deserto privo di punti di riferimento immediati, i PG sono dotati della tecnologia necessaria per tracciare il loro itinerario senza fare errori ). Ci vorranno circa 5 ore di marcia per arrivare nel luogo dell’imboscata. Durante la “passeggiata” notturna, un PG gira una carta per verificare incontri casuali:
PICCHE: un gruppo di 6 Predoni è accampato a qualche centinaia di metri, proprio nella direzione del Checkpoint Bravo. Aggirarli significa fare una lunga deviazione e la perdita di almeno due ore di tempo
FIORI: stessa cosa, ma si tratta di Abietti e sono in 12, di cui uno è una specie di mostro alto quasi 3 m
CUORI/QUADRI: un branco di IENE DELLE ROCCE in caccia ( come i Raugh ma più grandi )
Tier 2 – Target acquired
Dopo aver raggiunto il luogo dell’imboscata ( CHECKPOINT BRAVO ) ai PG resta circa una giornata per preparare la zona per l’agguato. L’area scelta dal Comando di missione è in pieno deserto, con la strada che compie un’ampia curva e subito dopo un altro tornante: da un lato della strada si innalzano delle basse colline rocciose, che più indietro salgono fino a diventare un vero e proprio altipiano, le quali offrono numerosi ripari e nascondigli, mentre dall’altro lato si apre il deserto vero e proprio, una distesa irregolare di rocce e sabbia ( sebbene in misura minore rispetto alle alture, anche il deserto offre ampie possibilità di appostamento ). Ai PG viene lasciata carta bianca su come organizzare l’imboscata: l’unica limitazione che devono tenere presente è costituita dalla necessità di mantenere i camion funzionanti ( ma questa restrizione non si applica ad eventuali mezzi di supporto, che invece possono essere distrutti senza problemi ) per poter fuggire con il carico e raggiungere la zona di estrazione. Mentre i PG preparano gli appostamenti il Master gira una carta:
PICCHE / FIORI: un piccola tempesta. Per quanto debole per i canoni del pianeta, si tratta sempre di venti a più di 150 km/h, carichi di sabbia e di micro particelle di roccia che possono risultare pericolosi per chi venga sorpreso all’aperto. La tempesta infurierà per 4 ore circa e i PG devono superare un tiro su SOPRAVVIVENZA o subire un livello di Fatica
CUORI / QUADRI: un UAV ( Unmanned Aerial Vehicle ) sorvola la zona seguendo la strada. Presumibilmente è controllato dai Reietti che sono in possesso del carico o dagli acquirenti. In ogni caso è necessario che i PG superino un tiro su Furtività per evitare di essere individuati.
La mattina successiva al loro arrivo in zona, se non sono stati individuati dall’UAV, i PG avvisteranno un SUV di tipo militare ( mod. GAZ 4300 con camo desertica ) che procede ad andatura regolare verso la loro posizione. Si tratta di un veicolo di ricognizione, che precede il convoglio vero e proprio di un paio di km. Infatti, poco dopo, saranno visibili in lontananza le silhouette dei due pesanti autocarri ( mod MOLOCH 5000 ). Qualsiasi sia il sistema inventato dai PG, i 4 Reietti sul SUV cercheranno di impegnare il più possibile il gruppo, in modo che il convoglio possa sfondare il blocco e darsi alla fuga ( ogni camion contiene 2 Reietti ): il combattimento che segue dovrà essere un’azione frenetica, tutta improntata sulla velocità e sulla precisione ( i camion devono restare il più possibile operativi ). I Reietti opporranno una ferocissima resistenza, i colpi sparati, le granate, eventualmente anche qualche missile ( tipo RPG ) saranno innumerevoli. Tutta la zona verrà investita da una vera e propria tempesta di proiettili.
Se invece sono stati avvistati dal drone, i PG vedranno arrivare in lontananza i due camion, ma l’equipaggio del SUV che avrebbe dovuto precedere il convoglio si è già appostato nottetempo nel deserto e nelle alture circostanti. I PG vengono colti di sorpresa, e lo scontro a fuoco che ne segue li vede in posizione nettamente svantaggiata. Inutile dire che il convoglio cercherà di passare a tutta velocità mentre i Reietti appostati tengono impegnati i PG, ma in ogni caso questa è l’unica strada esistente, e volenti o nolenti i camion di qua devono passare.
Tier 3 – target secured
Presumendo che abbiano avuto successo, dopo aver preso possesso del carico i PG possono contattare la base degli Yellow Jackets e chiedere istruzioni per raggiungere il luogo di estrazione ( CHECKPOINT CHARLIE ). Dalla base di Sandust, l’ufficiale di Intelligence degli Yellow Jacket ( Ten. Trent Gavin )invierà tramite collegamento criptato Comm-Link la mappa e le coordinate di un compound minerario abbandonato situato a circa 35 km da CHECKPOINT BRAVO, Metarohm 15. Inoltre, sempre che non l’abbiano ancora fatto, chiederà ai PG di aprire i cassoni dei due MOLOCH e verificarne il contenuto. E se uno dei due camion contiene veramente pezzi smontati di artiglieria leggera e realtive munizioni ( perlopiù a grappolo, incendiarie e HP ), dentro al secondo camion c’è un contenitore ad elevata tecnologia , il cui contentuo è un “macchinario” lungo circa 1.5 m x 70 cm ca. su cui campeggia il sinistro simbolo giallo del pericolo radioattivo. Se i PG inviano unìimmagine dell’apparecchio al Ten. Gavin questi li informerà che si tratta di una testata nucleare di Classe Acheron, abbastanza potente da polverizzare un piccolo satellite o una piccola stazione orbitale. A questo punto diventa veramente imperativo che i PG riescano a portare i camion il più velocemente possibile al terzo checkpoint, dove creeranno un perimetro difensivo in attesa dell’arrivo delle truppe ELO.
Il viaggio fino al CHECKPOINT CHARLIE durerà circa 2 ora e 30 min , considerato il pessimo fondo stradale e la pericolosità del carico. Durante il tragitto, passando un tiro su Percezione potranno notare un puntino nel cielo, in realtà l’UAV dei Reietti / Figli di Gaia alla ricerca del convoglio. Possono sicuramente cercare di abbatterlo, ma solo se possiedono armi abbastanza pesanti ( HMG o un lanciarazzi di qualche tipo ). Il Checkpoint CHARLIE èun complesso estrattivo molto grande, in disuso da circa 20 anni, costituito da diversi edifici in ferrocemento e cosparso di rottami di trivelle e macchinari. E’ stato scelto perché dotato anche di una piccola piattaforma di atterraggio, che le truppe ELO utilizzeranno per scendere con il veicolo con cui estrarre i PG ed i due container. Creare un perimetro difensivo non dovrebbe essere troppo difficile ( l’area è piena di ottimi posti per appostarsi ): in più, mentre i PG esplorano il complesso, superando un Tiro su Percezione riusciranno a scovare una cassa semisepolta da detriti e sporcizia, contenente una decina di panetti di esplosivo ad alto potenziale ( tipo NM911, dal caratteristico colore nerastro ). ATTENZIONE però, perché per poterli utilizzare ( ad esempio per preparare delle trappole esplosive ) almeno uno dei PG deve possedere CONOSCENZE: Esplosivi d6. Mentre esplorano l’area, ogni PG tira una carta. Se il risultato è una figura o un Asso ( la più alta “vince” ) il malcapitato avrà disturbato uno scorpione gigante
Scorpione Gigante
Questo aracnide mostruoso, tipico del profondo deserto di Solomon,è grande quantoun pony ed e possibile incontrarlo mentresi aggira tra rovine o va a caccia. E molto aggressivo, ma fortunatamente e anche piuttosto stupido. La sua armatura pressoche impenetrabile e il suo veleno estremamente letale ne fanno una preda affrontabile solo dai piu abili cacciatori del deserto ( il suo valore sul mercato è di 350 CELL )
Attributi: Agilita d6, Forza d10, Intelligenzad4 (A), Spirito d6, Vigore d6
Abilità: Combattere d6, Percezione d4.
Parata: 5; Passo: 17,5; Robustezza: 9 (3)
Vantaggi: Nervi Saldi (usa la migliore di 2 carte pescate per l’iniziativa), Frenesia Migliorata (un attacco di Combattere extra a turno, nessuna penalità)
Capacità Speciali
• Armatura +3: Esoscheletro molto spesso.
• Armi naturali: Pungiglione ( For+d4, Portata 5 ) oppure due chele ( Fo + d6 )
• Punto Debole (Occhi): I Colpi Mirati (-4) agli occhi sono il modo più rapido per oltrepassare la sua impenetrabile
armatura.
• Taglia +1: Uno Scorpione Gigante e grande quanto un pony.
• Veleno-2: Il pungiglione di uno Scorpione Gigante trasmette un veleno letale
Comunque, non passeranno 4 ore da quando i PG sono arrivati a Metarohm 15 che…
1) Riceveranno una comunicazione dal Ten. Gavin che li informa che, a causa di una tempesta di proporzioni enormi, il veivolo di estrazione delle truppe ELO non potrà partire prima della mattina successiva. Questo significa che il gruppo dei PG è assolutamente tagliato fuori, e deve resistere con le sue sole forze.
2) Due individui alla guida di quad, sotto la protezione diuna bandiera bianca, si avvicineranno a portata di voce per richiedere la restituzione dei due autocarri e del contenuto. Se acconsentono, i PG riceveranno una cospicua somma in CELL e potranno andarsene indisturbati ( non è vero, verrebbero uccisi comunque ), mentre se rifiutano verranno massacrati orribilmente.
Presumendo che i PG siano abbastanza scaltri da non cadere in trappola, quello che seguirà sara il classico assedio. I colpi sparati saranno infiniti, sicuramente ci sarà qualche bella scena di combattimento corpo a corpo e un mucchioo di esplosioni. Si tratterà di un vero e proprio battesimo di fuoco, che si protrarrà per tutta la notte e continuerà fino a che…
1) I PG o i Reietti / Figli di Gaia saranno tutti morti
2) Le truppe ELO ( la Cavalleria ) finalmente faranno la loro apparizione, scaricando una tonnellata di proiettili ad alta velocità sui cattivi ancora in zona e liberando definitivamente i PG
Tier 4 – extraction
Le truppe ELO prendono rapidamente il controllo della zona di estrazione, finiscono o catturano i Reietti ancora vivi, mettono al sicuro il carico sul veivolo. Ai PG vengono fornite cure mediche di emergenza ( se necessario ) poi vengono portati al quartier generale GN a Sandust ( dove verranno interrogati sulla missione e dove incontreranno il Ten. Gavin degli Yellow Jacket, anche lui lì per rispondere alle domande dei GN ). Alla fine, un rappresentante del Circuito verrà a recuperare i PG, a cui sono stati fornitidegli alloggi nella base GN, e finalmente potranno lasciare il pianeta e incassare la meritata ricompensa
Ancora due righe sulla storia
Questa storia l’ho scritta pensandola come prima avventura di un gruppo di M.E.R.C.s composto da 4 o 5 PG al massimo. Tralasciando lo Scorpione Gigante ( un classico delle avventure nei deserti di qualsiasi epoca/ambientazione ) che ho mutuato da Beast and Barbarians, ho tralasciato di descrivere le caratteristiche dgli altri PNG , così che chiunque le possa calibrare sul proprio gruppo di PG. La storia pèuò essere utilizzata come “stand alone”, o può diventare l’inizio di una vera e propria campagna ( ad esempio, il passo successivo potrebbe essere la ricerca e la cattura del mercante di armi che ha venduto il carico, e poi scoprire quale fosse l’obiettivo che i Figli di Gaia intendevano colpire etc, etc… )

----------------------------------------------------

mrcatastrofe

Molto ben fatta!!! Complimenti!!!

--------------------------------------------------

yogurt

Decisamente un’ottima avventura introduttiva!
Un paio di domande:
1. nel convoglio ci sono 8 reietti (4 sul SUV e 2 per camion). Se i PG falciano tutti, rimangono 12 nemici, giusto? (4 reietti e 8 Figli di Gaia)
2. Se il secondo camion trasporta solamente una cassa 150×70 cm, è consentito trasferirla sull’altro camion e muoversi con un solo veicolo? O pesa troppo?
3. per la missione bisogna recuperare i container, non i camion. Quindi questi possono essere utilizzati come “sbarramento”… o no? C’è modo di “svuotarli”?

-----------------------------------------

Carlo

Esattamente! Ho pensato che, data la natura dell’operazione sia i Reietti che gli acquirenti vogliano tenere un basso profilo, per cui abbiano inviato gente molto specializzata ma in numero ridotto ( pochi ma tosti ). Considera anche che ho scritto questa storia pensandola per il mio gruppo di giocatori, che è composto da 4 persone: se la scena della cattura del convoglio risultasse troppo “facile”, è sufficiente aumentare Reietti e Figli di Gaia per la scena dell’assedio, e bilanciare in questo modo la difficoltà. Oppure si può aggiungere un secondo SUV con altri 4 uomini a fare da retroguardia ai camion ( cosa che avrebbe anche senso ).
Quanto alla seconda cassa, è il contenuto che è lungo 150×70 cm, ma la cassa che lo contiene ( immaginala come un contenitore in metallo ultratecnologico, con chiusura elettronica, colore verde militare con scritte e sigle in puro stile scifi – military alla Infinity ) misura 250 x 150 cm e pesa qualche quintale, quindi sarebbe impossibile trasferirla nell’altro camion ( che è già pieno )
Per rispondere alla tue terza domanda, l’unica cosa importante è il carico. I camion possono essere usati come sbarramento, imbottiti di esplosivo e utilizzati come trappole etc…Svuotarli completamente è un lavoro che richiederebbe qualche ora e molta fatica, ma una volta messa al sicuro la cassa “nucleare” il resto diventa di importanza secondaria ( anche le casse di munizioni di artiglieria, se ben collocate e sapientemente minate, possono essere un valido strumento di difesa ).

---------------------------------------------------

Mauro

Complimenti! E grazie per averla postata!

---------------------------------------------------------------

Carlo

Partecipante
Bene, sono davvero felice che sia piaciuta. Ora sto pensando al seguito. Scrivere per SW è davvero un divertimento!!!

---------------------------------------------------------

yogurt

Grazie per le precisazioni, ora è molto più chiaro =)

Torna a “MERCs”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite